Leggo dell’ottimo bilancio dei presepi di Bazzano. E leggo

sulla Gazzetta la soddisfazione della presidente del Gruppo culturale Il Camino per il numero dei visitatori.

Sono stato proprio quest’anno, per la prima volta, a visitare la manifestazione. E mi ha colpito vedere quanto l’idea sia semplice e geniale insieme: ogni casa e quasi ogni oggetto (da un pallone di calcio al cubo di Rubik) diventano presepe. Con una formula che attira visitatori anche da fuori provincia, e al di là del discorso della fede.

E’ davvero un presepe nel presepe, perché tutto il paese si illumina e ha un fascino indiscutibile, anche visto dalla bella Pieve. Ed è bello vedere un pezzo di nostro Appennino così vivo in pieno inverno. Inoltre, con un’altra ottima idea, alla sequenza dei presepi si aggiungono i richiami storici del Museo Uomo Ambiente – scrigno di ricordi della Civiltà contadina – e di un quadro fornito ogni anno da un collezionista: quest’anno di Francesco Mantegna, figlio di Andrea. Infine, cosa che non guasta, c’è la valorizzazione dei prodotti gastronomici di zona, come ad esempio il Parmigiano Reggiano di Montagna, esempio di biodiversità.

Come dicevo: tutto semplice e tutto efficacissimo, quindi geniale. Un esempio, da declinare in modo e in stagioni diverse anche altrove.

ILCIELODIPARMA.IT – ULTIMI ARTICOLI:

Ambiente Antonio Mascolo arte Battistero Parma Benedetto Antelami calcio Carlo Ancelotti Cinema Comune di Parma coronavirus Coronavirus a Parma Don Camillo Donne Duomo di Parma Elezioni comunali Parma 2022 federico pizzarotti fotografia Fotografie di Parma gazzetta di parma giornalismo giovani Giovannino Guareschi Giulia Ghiretti Inceneritore La rabbia Lauro Grossi Libri Libri recensioni Michele Guerra Non è mai troppo Parma parma Parmabooks parma calcio Parma senza amore Pier Paolo Pasolini Politica psichiatria Stefano Pioli Tea Ranno teatro Torrente Parma università Università di Parma Violenza sessuale volontariato

Please follow and like us:
Pin Share