Immaginate di essere fermati per strada e di essere “interrogati” come a scuola, con domande di questo tipo: quali affreschi illuminano il nostro splendido Battistero? E da quanto tempo

non li vai ad ammirare insieme ai Mesi antelamici? A proposito, che cosa sai dell’autore anche della Deposizione? E della sequenza delle opere parmigiane del Correggio o di Parmigianino? E poi delle poesie di Attilio Bertolucci o dell’opera di Alberto Bevilacqua? E magari della vita di Verdi?

Quanti di noi pensano che potrebbero strappare quanto meno la sufficienza? Rompo io il ghiaccio: credo che mi collocherei al massimo fra il 4 e il 5, comunque ampiamente insufficiente.

Allora, è tempo di renderci conto che nella città che è stata Capitale della Cultura, e dove tutti ci vantiamo di essere paladini della Parmigianità, che magari riteniamo messa in pericolo dagli invasori stranieri senza regole (come se noi invece le rispettassimo come cittadini svizzeri…) in realtà siamo un bel gruppo di ignoranti. E se certo non si può dire che a Parma manchino le iniziative, come abbiamo visto anche nell’ultimo intensissimo fine settimana, il rischio di sempre è che siano circoscritte a nicchie che sono poi le stesse che ancora entrano in libreria o si recano in edicola.

Ecco perchè, a quasi 65 anni dall’avvio della sua fortunata trasmissione che aiutò gli italiani a vincere l’analfabetismo allora molto diffuso, oggi in città e in provincia dovremmo forse pensare a un “Non è mai troppo…Parma”, che con incontri, saggi, visite ed altro ci aiutasse ad uscire dal nostro quasi analfabetismo artistico-letterario-storico (il termine non è esagerato, almeno per me) sulla città che amiamo. Per non parlare di quello scientifico-naturalistico, che è Sapere fondamentale a sua volta.

Nei prossimi mesi cercherò di mettere meglio a fuoco questa idea con qualche proposta concreta per iol 2024. Ma fin d’ora, i tanti operatori culturali di questa città (mass media compresi) possono iniziare a pensare se e come potrebbero/vorrebbero far parte di questa semina culturale parmigiana. “Non è mai troppo…Parma” prima che sia…troppo tardi!

ILCIELODIPARMA.IT – ULTIMI ARTICOLI:

Ambiente Antonio Mascolo arte Battistero Parma Benedetto Antelami calcio Carlo Ancelotti Cinema Comune di Parma coronavirus Coronavirus a Parma Don Camillo Donne Duomo di Parma Elezioni comunali Parma 2022 federico pizzarotti fotografia Fotografie di Parma gazzetta di parma giornalismo giovani Giovannino Guareschi Giulia Ghiretti Inceneritore La rabbia Lauro Grossi Libri Libri recensioni Michele Guerra Non è mai troppo Parma parma Parmabooks parma calcio Parma senza amore Pier Paolo Pasolini Politica psichiatria Stefano Pioli Tea Ranno teatro Torrente Parma università Università di Parma Violenza sessuale volontariato

Please follow and like us:
Pin Share