Se togliessimo qualche fetta di prosciutto dagli occhi e abbandonassimo lo stucchevole copione quotidiano dei dibattiti da stadio trasferiti sui social, capiremmo che abbiamo un tremendo bisogno di

studiare e di crescere culturalmente, se vogliamo dare al nostro convivere un volto diverso e meno divisivo-rancoroso.

MI sembra quindi provvidenziale che qualcuno, in questi tempi bui, abbia pensato ad un testo che insegni a “Leggere il teatro” (ed. Carocci). Un libro di 231 pagine non ostiche (pregio non scontato) e suddivise in dieci testi “esemplari”, dedicati ad altrettanti capolavori della drammaturgia occidentale.

Da Antigone ad Aspettando Godot, 10 docenti universitari ci prendono per mano e ci guidano alla collocazione di ogni singola opera, illustrandoci in modo chiaro il passaggio e le differenze fra il testo (che è comunque un’opera letteraria) e la realizzazione scenica che dell’opera teatrale è la vera fruizione, con tutte le possibili “interpretazioni” di registi, attori, ecc.

Fa ovviamente piacere che a curare il libro sia stato un docente parmigiano, notissimo e multidisciplinare come Luigi Allegri. Come ho scritto in altra circostanza, il nostro Paese ha bisogno di nuovi Alberto Manzi (cercatelo su Google se non lo conoscete) e dei Piero e Alberto Angela: gente che sappia divulgare cultura (penso anche al primo Sgarbi o a Daverio) facendola uscire dalle nicchie ancora troppo ristrette, a fronte della dilagante e aggressiva ignoranza da social. Un testo, quindi, da leggere per imparare a leggere quel Teatro che è forma eternamente moderna di Sapere e di riflessione.

ILCIELODIPARMA.IT – ULTIMI ARTICOLI:

Ambiente Antonio Mascolo arte Battistero Parma Benedetto Antelami calcio Carlo Ancelotti Cinema Comune di Parma coronavirus Coronavirus a Parma Don Camillo Donne Duomo di Parma Elezioni comunali Parma 2022 federico pizzarotti fotografia Fotografie di Parma gazzetta di parma giornalismo giovani Giovannino Guareschi Giulia Ghiretti Inceneritore La rabbia Lauro Grossi Libri Libri recensioni Michele Guerra Non è mai troppo Parma parma Parmabooks parma calcio Parma senza amore Pier Paolo Pasolini Politica psichiatria Stefano Pioli Tea Ranno teatro Torrente Parma università Università di Parma Violenza sessuale volontariato

Please follow and like us:
Pin Share