Dal letame nascono i fior, oppure nasce un film bellissimo. Da vedere assolutamente al cinema, perché

è davvero tempo di tornare ad affollare le sale e di scoprire la magia del grande schermo.

E qui è davvero magia, con una firma che già altre volte ci aveva regalato emozioni: Wim Wenders. Non diremo di un film perfetto: forse non è neppure il suo migliore, ma è come una fiaba, ambientata nel luogo più impensabile: i gabinetti pubblici.

Però va subito aggiunto che siamo a Tokyo, e quindi immersi in quella cultura orientale che a volte può sembrarci lontana e quasi incomprensibile, ma a volte regala grandi lezioni per la nostra frenetica civiltà occidentale (ammesso che la parola civiltà sia sempre valida). Ecco perché nel titolo ho evocato Siddhartha, che non è giapponese ma che di quelle parti del mondo condivide soprattutto la capacità di riflettere a ritmo lento.

Così fa il protagonista del film, il cui umile e routinario lavoro è causa non di insoddisfazione, bensì quasi di beatitudine. E lo si vede quando il film, dopo un inizio certo non…tambureggiante, si apre all’arrivo di altri personaggi e ci regala le prime parole. Ma è proprio questa atmosfera (e il resto lo scoprirete al cinema) a rendere il film di Wenders speciale, emozionante e illuminante. A dirci che non ci sono luoghi o mestieri o vite migliori: quello che fa davvero la differenza è la nostra capacità di cogliere la vera ricchezza in ciò che abbiamo, fosse anche la più banale e la meno scintillante quotidianità. Grazie a Wim Wenders per avercelo ricordato in modo così delicato e intelligente.

ILCIELODIPARMA.IT – ULTIMI ARTICOLI:

Ambiente Antonio Mascolo arte Battistero Parma Benedetto Antelami calcio Carlo Ancelotti Cinema Comune di Parma coronavirus Coronavirus a Parma Don Camillo Donne Duomo di Parma Elezioni comunali Parma 2022 federico pizzarotti fotografia Fotografie di Parma gazzetta di parma giornalismo giovani Giovannino Guareschi Giulia Ghiretti Inceneritore La rabbia Lauro Grossi Libri Libri recensioni Michele Guerra Non è mai troppo Parma parma Parmabooks parma calcio Parma senza amore Pier Paolo Pasolini Politica psichiatria Stefano Pioli Tea Ranno teatro Torrente Parma università Università di Parma Violenza sessuale volontariato

Please follow and like us:
Pin Share