La prima conoscenza indiretta era stata subito buona: la loro rubrica sulla Gazzetta non poteva non conquistare chi

ha trascorso ore e ore nello stanzone delle “raccolte”, dove alcuni armadi racchiudono la storia secolare della Gazzetta di Parma e quindi la storia della città. Poi una chiacchierata con Filippo e la sua conversazione alla Famija Pramzana.

Ora, però, ho finalmente scorso con calma le pagine di “Ritagli di tempo”, il libro che ha riunito 120 delle storie che i Marazzini hanno saputo scovare e far rinascere dalle vecchie all’odierna Gazzetta di Parma. Non una semplice sequenza, perché le storie che già incuriosiscono se lette sul quotidiano qui assumono la valenza di una sorta di romanzo spezzettato (ma in senso positivo) e fatto di storie singole che in realtà raccontano un mondo, che è poi il nostro.

Parma e provincia si svelano soprattutto nelle storie degli sconosciuti, anche se qua e là affiorano personaggi più noti. E questo crea proprio il fascino del libro (edito da Soncini), perché anche le storie più “bizzarre”, come sottolinea il sottotitolo, hanno sempre qualcosa di nostro: hanno il profumo di casa, perfino quando si allontanano dalla “normalità” della cronaca.

Così, tanto per capirci, in questa sfilata parmigiana e parmense (e anche in questo c’è una scelta felice dei due autori) si va dallo scultore nocetano di stupende ma effimere opere d’arte di ghiaccio alla teleferica scolastica di Ghiare di Berceto. Ci sono personaggi formidabili, a volte degni di Macondo: dalla bambina che teneramente scrive alla moglie del presidente Kennedy dopo l’assassinio a Marién, così verdiamo da essere capace di morire fischiettando la Traviata.

I due Marazzini ci aggiungono insieme rispetto (delle storie e delle persone) e tocco personale, quanto basta per rivitalizzare storie lontane nel tempo ma davvero degne di giungere fino a noi. Risultato: una delle più belle iniziative giornalistiche e poi editoriali degli ultimi anni. E a giudicare da ciò che ho visto e ascoltato, questo è solo l’inizio: attenti a quei due…

ILCIELODIPARMA.IT – Ultimi articoli:

Ambiente Antonio Mascolo arte Battistero Parma Benedetto Antelami calcio Carlo Ancelotti Cinema Comune di Parma coronavirus Coronavirus a Parma Don Camillo Donne Duomo di Parma Elezioni comunali Parma 2022 federico pizzarotti fotografia Fotografie di Parma gazzetta di parma giornalismo giovani Giovannino Guareschi Giulia Ghiretti Inceneritore La rabbia Lauro Grossi Libri Libri recensioni Michele Guerra Non è mai troppo Parma parma Parmabooks parma calcio Parma senza amore Pier Paolo Pasolini Politica psichiatria Stefano Pioli Tea Ranno teatro Torrente Parma università Università di Parma Violenza sessuale volontariato

Please follow and like us:
Pin Share